“Fiori dal limbo” il secondo disco di Verner. Ascolta e acquista su Bandcamp

“(…) raffinato e fuori dagli schemi” SentireAscoltare
“Splendido secondo album per Verner” Indie-Eye
“Un lavoro certosino che merita davvero l’ascolto” Rockit
“Fuori dal limbo e fuori dagli schemi del nuovo songwriting italiano” Il Mattino
(…) un esempio per i tanti – troppi – che decidono di arricchire l’offerta cantautoriale del nostro paese (…)” Rockline
“Verner tinge i 12 brani di una dolcezza serena e meditativa, preludio al risveglio nella realta del mondo quotidiano” Alias / Il Manifesto
“(…)  uno dei miei talenti preferiti, un maestro della parola, una volta si diceva poeta, un cantautore che ti paralizza durante l’ascolto” Saltinaria
“(…) doni impalpabili da condividere con chi ascolta”  SpazioRock
“un disco piuttosto raffinato, curatissimo nei testi e davvero gradevole nei suoni. Perseguendo, al pari di Marco Parente, Paolo Benvegnù o i Perturbazione, un genere in grado di unire la musica d’autore alla godibilità del pop” Storia della Musica
“Molte sono le tracce che ci piacciono particolarmente” Sound36
“Dei brani colpisce subito la qualità, il lavoro sui dettagli e sugli arrangiamenti, oltre che i testi, (…)” Shiver
“Lirico, umano, caldo, acustico ed emotivo (…) Senza retorica, con profondità” Equilibrium

Hanno detto del primo disco “Il mio vestito”:

“Il senso di liberazione che porta la sua scrittura compositiva è commovente e rende felici” (ilMucchio)
“E’ un cantautore sincero, che non teme di guardarsi dentro anche a rischio di trovare qualcosa che non gli piace” (IlFattoQuotidiano)
“Il mio vestito è un disco  che corre via e sa trascinare. Quelli che ci si augura di avere quando la trasferta è di quelle lunghe” (LaStampa)
“Coscienzioso e sagace, molto italiano: merita l’ascolto.” BLOW UP
“Un emergente su cui tenere gli occhi puntati.” Rockerilla
“Una maturità sorprendente” SentireAscoltare
“Ottimo disco cantautorale” IndieForBunnies
“È un piacere averlo ascoltato e un onore averlo recensito” Saltinaria
“Un album realizzato come Dio comanda da ogni punto di vista” Audiodrome